Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

penna-replay.jpgE' sorprendente come certi oggetti riescano a risvegliare ricordi sopiti, riportando in superficie immagini e sensazioni ammantate dal tempo che passa.  E’ così anche per la mitica penna Replay, ha parecchi anni ma non li dimostra e guardarla, può riportare alla mente momenti dolci e nostalgici, lettere panciute e frasi ancora incerte, pagine da riempire di storie nuove e mille cose da imparare.


La penna Replay è stata immessa sul mercato americano nel lontano 1979, da quel momento ha avuto una rapida diffusione e nel 1981 è arrivata anche in Italia. Tre decenni sono passati, ma questo strumento didattico dal magico inchiostro cancellabile resta ancora il preferito di tanti scolari. Non c’è da meravigliarsi di tanto successo, la penna Replay è decisamente più comoda dello sbianchino, perché quest’ultimo  dopo l’applicazione necessita di un po’ di tempo per l'asciugatura, mentre la penna cancellabile permette di riparare gli errori di scrittura in modo rapido.


Non è una classica biro e neanche una matita, potremmo definirla una sorta di ibrido, perché ha le caratteristiche di entrambi, ma allo stesso tempo se ne discosta. Pur nella sua semplicità, questa penna ha rivoluzionato un po’ il concetto dello scrivere, portando una ventata d'innovazione molto gradita ai ragazzi in età scolare. La novità e una buona praticità d'uso, hanno influito molto sulle preferenze di chi l'ha posta tra i propri strumenti didattici essenziali.

 

Guardiamola un po' più nel dettaglio.

Lati positivi

Ha un'estetica semplice ed essenziale. Il fusto in plastica nel classico color beige e l’esclusivo tappo dotato di un pratico gommino, rendono la penna Replay immediatamente riconoscibile tra le tante altre biro in commercio.


La sua particolarità tuttavia, è data principalmente da un componente speciale contenuto al suo interno. Si tratta di un inchiostro tecnologicamente avanzato e pressurizzato, che regala alla Replay Paper Mate una performance cancellabile e permette una buona scrittura anche nelle posizioni più estreme.


E' dotata di una punta in acciaio inossidabile, che oltre a essere resistente e durevole, consente un tratto fluido, della grandezza di 1 mm.


Il tappo ha un elementare ma speciale dispositivo di sicurezza, ponendolo controluce e guardando all’interno, si possono facilmente notare tre minuscole prese d’aria a forma di mascherina in prossimità del gommino. Davvero semplice e geniale!


L'uso della penna Replay è ormai noto a tutti, basta passare il gommino sulle parole o sui numeri da cancellare, sfregare un po' e poi soffiare via i residui gommosi. E’ un grande aiuto per i piccoli scolari, gli errori diventano meno problematici e si possono rimediare con facilità. Non è poco se si pensa che gli studenti in erba si trovano spesso con la necessità di dover cambiare o perfezionare quanto scritto, pena il dover presentare alla maestra un foglio pieno di antiestetiche correzioni. L'uso della Replay risolve il problema, consente agli scolari di elaborare i loro preziosi scritti con maggiore sicurezza, anche perché possono non solo correggere gli strafalcioni, ma anche esplorare nuove eventualità di elaborazione, scoprendo la possibilità di cambiare anche idea se necessario.

 

Lati negativi

Sporca le mani. Chi si è trovato a usare per lungo tempo con questa penna, sa già dell'antiestetico segno che lascia sulla zona della mano che si appoggia sul foglio durante l'operazione di scrittura. E’ una cosa davvero fastidiosa, perché l'eventualità di trasferire il tutto sulle zone ancora pulite della carta non è improbabile!


Un’altra cosa che non passa inosservata, è la sbavatura colorata che appare all'azione del gommino sul foglio.


Quel che si vorrebbe cancellare alla perfezione rimane sempre un po' visibile e se poi s'incappa nell'errore di tentare l'impossibile, insistendo nel ripetere l'operazione, ci si può facilmente ritrovare con un orribile buco sulla carta, difficile da riparare! Questo accade secondo me, perché il gommino è troppo duro, un po' più morbido sarebbe perfetto.


L'inchiostro contenuto all'interno della penna, è sì tecnologicamente avanzato, ma la proprietà cancellabile ha una durata limitata nel tempo e non va più in là delle 24 ore. Per cui le correzioni sono possibili e quasi perfette nell'immediato, ma diventano più difficoltose col passare del tempo, fino a diventare impossibili nei giorni seguenti.


Altra pecca di detto inchiostro è la sua estrema labilità, gli scritti tendono a sbiadire di molto dopo un certo periodo, quindi ci si può scordare di conservare per i posteri o per solo ricordo, pagine e pagine elaborate in varie occasioni. Da qui si evince che la Replay Paper Mate è assolutamente inadatta a vergare documenti importanti e cose simili. Certo, è indicata principalmente per un uso scolare, ma è pur vero che anche questi quaderni possono essere considerati alla stregua di cimeli affettivi di estrema importanza, il problema quindi resta, a voi la scelta!


- La penna Replay Paper Mate si trova facilmente in vendita nelle cartolerie, nei reparti di cancelleria dei supermercati e anche online. Il prezzo d’acquisto è di circa 1,68 euro.

Tag(s) : #Consigli per gli acquisti

Condividi post

Repost 0